L’interiorità maschile. Le solitudini degli uomini.

“Introduco un laboratorio di narrazione autobiografica. Cambia l’occasione, la scena si ripete. Diciotto signore e un maschio. Forse sulla sessantina. Il quale, agitato pesce fuor d’acqua dinanzi a un diario ancora immacolato, dà segni visibili di essersi pentito di aver rinunciato alla partita in TV. Guarda alla porta nervosamente, per garantirsi una via di fuga. Si tratterà – spiego introducendo … Continua a leggere