Le auguro tanta salute.

Ho appena letto un articolo su “Il giornale”, scritto da Marcello Veneziani, dal titolo “Vivere al massimo pur di pensare al minimo“. Di chi parla? Di Vasco. E cosa dice? Per riassumere in poche parole (non sono una filosofa, io. La filosofia sarebbe meglio lasciarla a chi di dovere, piuttosto che atteggiarsi a fare i Nietzsche dei baci perugina) dice … Continua a leggere

Non c’è cosa migliore di…

mettere al mondo un figlio e poi sbattersene della sua esistenza. E’ (sarebbe carino se inventassero le tastiere con la e maiuscola accentata) l’apoteosi dell’egoismo. Probabilmente molte donne vogliono un figlio per “sentirsi complete” (che cazzo vorrà dire poi, non l’ho mai capito… io mi sento completa dopo una bella pizza, direi che basta e avanza) altre perchè “è così … Continua a leggere

L’interiorità maschile. Le solitudini degli uomini.

“Introduco un laboratorio di narrazione autobiografica. Cambia l’occasione, la scena si ripete. Diciotto signore e un maschio. Forse sulla sessantina. Il quale, agitato pesce fuor d’acqua dinanzi a un diario ancora immacolato, dà segni visibili di essersi pentito di aver rinunciato alla partita in TV. Guarda alla porta nervosamente, per garantirsi una via di fuga. Si tratterà – spiego introducendo … Continua a leggere

Trentino – Val di Non

Sono stata di recente 3 giorni in Trentino, in Val di Non. E’ spettacolare… non ho mai amato particolarmente la montagna ma questo posto mi ha davvero rapita. Vi lascio qualche fotuzza!   Nel viaggio di ritorno mi sono fermata ad Arco, un paesino in provincia di Trento, giusto un paio d’ore. Nella prima foto, in alto, in cima alla … Continua a leggere

Dissonanze cromatiche.

Trovarsi nel bel mezzo di una folla e non essersi mai sentiti più soli al mondo. Parlare per ore e ore, e avere la sensazione che nessuno ci ascolti davvero. Vedere menzone dipinte sul sorriso della gente, chiudere gli occhi e lasciar passare. Vivere l’ipocrisia quotidianamente, con l’unica speranza di poter essere diversi. Perchè oggi va così. Poi ti sdrai … Continua a leggere